LITE AL BAR: ARRESTATO DAI CARABINIERI
CASTELNOVO SOTTO   Sono stati momenti altamente concitati quelli verificatisi ieri sera in un bar di Castelnovo Sotto: da una parte un uomo che, probabilmente complice l’uso smodato di alcolici, ha incominciato ad andare in escandescenza urlando e aggredendo un cliente, dall’altra il barista che aveva cercato di ricondurre alla calma l’avventore. I terzi “attori” di questa vicenda sono stati i Carabinieri in forza alla stazione di Castelnovo Sotto che intervenuti proprio su richiesta dell’esercente si sono visti dover contenere la furia del cliente andato ulteriormente in escandescenza nonostante la presenza dei carabinieri. Questa in sintesi la premessa dei fatti culminati con l’arresto di un 42enne artigiano nordafricano residente a Castelnovo Sotto chiamato a rispondere del reato di resistenza e violenza a pubblico. Domani mattina l’uomo comparirà, per la convalida dell’arresto, davanti al tribunale di Reggio Emilia. Una vicenda che si è sviluppata in due momenti. Il primo quando l’uomo in evidente stato d’ebrezza è andato in escandescenza offendendo e aggredendo un altro cliente che non lo conosceva. Il secondo momento poco dopo quando una pattuglia della stazione di Castelnovo Sotto, su richiesta dell’esercente preoccupato di quanto stava accadendo nel suo bar, interveniva nei pressi dell’esercizio pubblico. L’intervento dei carabinieri tuttavia non riconduceva alla ragione l’uomo che opponeva resistenza ai controlli scagliandosi contro i Carabinieri con calci e pugni. Seppur a fatica gli operanti riuscivano ad aver la meglio sull’esagitato che bloccato veniva condotto in caserma doveva continuava nella sua condotta illecita minacciando e offendendo gli operanti. Alla luce dei fatti l’uomo veniva arrestato e ristretto a disposizione della Procura reggiana. Domani mattina comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate. A seguito della condotta violenta i due carabinieri riportavano contusioni giudicate gua


18/04/2017

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it

Condividi su Google+