MUORE NEL CANALE
CORREGGIO   – Poco dopo le 7,30 del 18 aprile 2017, i carabinieri della stazione di Correggio, su input dell’operatore in servizio alla centrale operativa del comando Provinciale di Reggio Emilia, intervenivano in via Fosdondo del comune di Correggo dove nel canale che costeggia la provinciale era stato notato il corpo senza vita di un uomo. Giunti sul posto i carabinieri della stazione di Correggio avevano modo di accertare la veridicità della segnalazione identificando il orto in un 41enne napoletano abitante a Carpi. Secondo una prima ricostruzione operata dai carabinieri correggesi, l’uomo uscito di casa intorno all’una di notte per andare a lavorare in una ditta del reggiano, mentre alla guida del suo scooter percorreva la provinciale 47, per cause all’esatto vaglio dei carabinieri di Correggio, all’altezza del civico 96 di Via Fosdondo, usciva di strada finendo nel canale, decedendo. Sul posto oltre ai carabinieri di Correggio per i rilievi e le indagini coordinate dalla procura reggiana,   anche i vigili del fuoco di Reggio Emilia che hanno recuperato corpo e mezzo finiti nell’acqua del canale.


18/04/2017

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it