GRANDE FESTA ALLA GASTRONOMIA PICCININI
BAISO – Una volta all’anno la Gastronomia Piccinini organizza una giornata dedicata alla sua clientela. In questo giorno i clienti possono visitare l’azienda e scoprire come vengono prodotti i tortellini e i vari tipi di pasta e piatti della trazione eno gastronomica della Valle del Secchia. Quest’anno sono state oltre quattrocento le persone che hanno partecipato all’Open day che si è svolto sabato scorso. Oltre a visitare le linee di produzione sono state presentate le aziende che forniscono direttamente le materie prime che sono necessarie per realizzare i vari piatti. Tutto proviene da aziende che hanno la sede sulle   colline reggiane e modenesi come la ricotta che è prodotta dai caseifici di Villaminozzo e Monchio, le uova che provengono da Serramazzoni, la farina da Palagano, il latte fresco da Carpineti, il parmigiano reggiano da Montefiorino. Unica eccezione le zucche che provengono da Ferrara. Sicuramente si tratta di un modo di produrre unico che favorisce la filosofia del chilometro zero e che permette di avere importanti ricadute economiche direttamente sul territorio. Ovvero è stato creato un circuito che favorisce i piccoli produttori e che permette di fare conoscere i piatti tipici emiliani dai tortelli fino ai tortellini e le tigelle oltre i confini provinciali e regionali. Una filiera locale che è descritta in maniera chiara con una sorta di cuore che racchiude i nomi di tutti i produttori nel nuovo marchio della Gastronomia Piccini che la sede nel parco del Carnione di Baiso.
Gallery


14/11/2017

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it