FUNZIONA L'APP ANTIFURTO
ALBINEA - Ha chiamato il 112 segnalando, grazie a un'applicazione installata sullo smartphone rubatole a Correggio, nella bassa reggiana, le coordinate dove si trovava il suo cellulare. Le indicazioni portavano a un parcheggio di un’azienda ceramica di Casalgrande, nel comprensorio ceramico reggiano, dove si sono immediatamente recati i carabinieri della stazione di Albinea, allertati dall’operatore in servizio al 112 che aveva ricevuto la segnalazione. Nel parcheggio in questione i carabinieri di Albinea hanno individuato un camion con a bordo un uomo. Dopo le procedure di identificazione i carabinieri di Albinea, in possesso del numero dello smartphone rubato, facevano squillare il cellulare scoprendo che lo steso si trovava all’interno della cabina del camion oggetto dei controlli. La naturale conseguenza è stato il rinvenimento dello smartphone rubato, che recuperato dai carabinieri veniva restituito al derubato mentre il camionista, 60enne, residente nel comasco, veniva denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di ricettazione. Il furto dello smartphone in questione, di proprietà di un 45enne veronese, è stato messo a segno a Correggio, nella bassa reggiana. Il telefono di ultima generazione è stato sottratto dall’interno dell’autovetture del 45enne. L’uomo accortosi del furto, grazie un'applicazione installata sullo smartphone e gestita in remoto dal suo portatile, riusciva a localizzare l’apparecchio in un parcheggio del comune di Casalgrande. Chiamava il 112 segnalando le coordinate di localizzazione. Sul posto veniva immediatamente inviata una pattuglia della stazione di Albinea i cui militari giunti nel parcheggio riscontravano la presenza di un camion con a bordo un uomo. Dapprima i militari procedevano all’identificazione del conducente per poi, i possesso del numero del cellulare rubato, provvedevano ad effettuare una chiamato. Lo squillo del telefono avvertito dai militari all’interno dell’abitacolo consentiva agli stessi di rinvenirlo. Accertato, tramite il codice IMEI trattarsi del cellulare rubato, i carabinieri provvedevano a recuperarlo per poi restituirlo al derubato. Il camionista invece veniva condotto in caserma e denunciato con l’accusa di ricettazione.


14/03/2019

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it