SPACCIA AL PARCO
CASALGRANDE -  Si trovava all’interno del parco il Gorgo della frazione Veggia di Casalgrande in sospettosa attesa. E’ stata questa la circostanza questa che ha indotto una pattuglia della stazione carabinieri di Casalgrande, impegnata in un servizio di controllo del territorio, ad avvicinare l’uomo e procedere alla sua identificazione. Quando l’hanno però avvicinato la circostanza di averlo riconosciuto in un giovane che solo qualche mese prima nella frazione Salvaterra di Casalgrande era stato fermato e trovato in possesso di una ventina di grammi di hascisc ha insospettito fortemente i militari che hanno optato ad approfondire i controlli. I sospetti dei militari si sono rivelati fondati: l’uomo, identificato in un 35enne marocchino in Italia senza fissa dimora, è stato trovato in possesso di alcune dosi di droga, due di cocaina e una di hascisc già confezionate e pronte alo spaccio. Ma non solo, in sua disponibilità i carabinieri hanno anche rinvenuto 115 euro in banconote di vario taglio che sono stati ricondotti all’illecita attività di spaccio alla luce dello stato di nullatenenza del 25enne che essendo disoccupato non poteva disporre certo di quel contante. L’epilogo è presto detto, l’uomo è stato condotto in caserma dove i Carabinieri di Casalgrande procedevano a sottoporre a sequestro quanto illecitamente detenuto procedendo alla sua denuncia. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri della stazione di Casalgrande hanno denunciato alla Procura reggiana un 25enne disoccupato a cui i militari hanno sequestrato 3 grammi di droga tra cocaina e marjuana suddivisa in 3 dosi e 115 euro in contanti. Nessuna particolare attività investigativa di natura tecnica si è resa necessaria (contrariamente a quanto di solito accade per contrastare lo spaccio di stupefacenti), in quanto alla base dell’operazione vi sono state “semplici” constatazioni rilevate dai carabinieri nel corso dell’attività di controllo del territorio. Ai militari, infatti, è apparsa sospetta la presenza nel parco dell’uomo l’altra mattina in sospettosa attesa. Una circostanza che congiunta al fato che qualche mese prima era stato fermato e trovato in possesso di una ventina di grammi di hascisc ha indotto i carabinieri ad approfondire i controlli culminati con il rinvenimento delle dosi già confezionate e pronte allo spaccio. Appurati i fatti e ricondotta la detenzione ai fini di spaccio, il 25enne veniva quindi denunciato alla Procura reggiana.


09/10/2019

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it