A QUANDO L'ACCESSO REMOTO?
SCANDIANO - Nel Settembre del 2015, quando ancora Barack Obama era presidente degli Stati Uniti, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Scandiano richiedeva l’attivazione di credenziali di accesso in sola lettura ai sistemi informatici gestionali del Comune di Scandiano, meglio conosciuto come Accesso Remoto agli Atti.



L'intento era quello di permettere ai consiglieri comunali di espletare al meglio il ruolo di amministratori pubblici, nonché quello di ridurre al minimo necessario l’uso di mezzi cartacei e l’inutile aggravio della ordinaria attività amministrativa dell’ente locale.



A seguito di numerose sessioni di approfondimento e di confronto nell’apposita Commissione 2 “Controllo, Garanzia, Trasparenza, Statuto e Regolamento”, allora presieduta dal M5S, venne depositata in data 23/09/2016 una mozione che impegnava il Sindaco e la Giunta ad attivarsi nella realizzazione del progetto.

Tale mozione, la cui discussione era inizialmente programmata per il 25 Ottobre 2016, fu ritirata sotto richiesta del gruppo di maggioranza per ulteriori approfondimenti.



Era il 13 Marzo di quest'anno quando finalmente si arrivò all'approvazione dell'atto, il quale non aveva subito modifiche rispetto all'originale che si richiese di ritirare.



In data 23/09/19, però, ancora non risultava si fosse data attuazione a quanto deliberato 6 mesi prima dal Consiglio Comunale; per questo, con un'ultima mozione (approvata all'unanimità dal Consiglio Comunale il 28 Ottobre) si è impegnato il Sindaco e la Giunta a rispettare il lavoro svolto dalla precedente Consiliatura, e ad implementare e fornire l'Accesso Remoto agli atti a tutti i consiglieri comunali. Sperando non si debba aspettare un nuovo presidente degli Stati Uniti per vederlo in funzione.




08/11/2019

Autore:
firma autore articolo

Paolo Ruini
paoloruini@canaledisecchia.it